PROGETTO
  
Camminare sui sentieri del benessere
Obiettivi specificiInterventi
Saranno inviati partecipanti da almeno 3 servizi/enti/associazioni.
  • Apertura del Campus del Cammino presso il Parco della Polveriera ad Ivrea
  • Saranno realizzate almeno 50 sessioni di corsi di nordic walking
  • Apertura del Campus del Cammino presso il Parco della Polveriera ad Ivrea
  • Parteciperanno ai corsi di nordic walking almeno 100 persone
  • Apertura del Campus del Cammino presso il Parco della Polveriera ad Ivrea
  • Saranno raggiunte almeno 500 presenze ai corsi di nordic walking
  • Apertura del Campus del Cammino presso il Parco della Polveriera ad Ivrea
  • Sarà creata una rete di collaborazione per la promozione del nordic walking come attività fisica salutare sul territorio aziendale
  • Creazione di una rete di associazioni per la pratica del nordic walking
  • Inserimento : 02/05/2014
    Ultimo aggiornamento : 20/04/2015
    Regione/gruppo capofilaAnno di avvioFaseMandatiFinanziamenti
    Regione Piemonte
    gruppo ASLTO4
    2012RealizzazioneObiettivi nazionali / ministeriali
    Piano Regionale di Prevenzione
    Piano Locale di Prevenzione
    Finanziamenti CCM e progetti di ricerca
    Responsabili e gruppo di lavoroEnti promotori e/o partner
    Dott. GOTTIN MAURIZIO (responsabile)
    Medico specialista in medicina dello sport
    ASL TO4- Dipartimento di Prevenzione- SS Medicina Sportiva
    mgottin@aslto4.piemonte.it
    Tel. : 011 9817221
    BALDI CLAUDIO
    scuolanordicwalking@viviandrate.it
    Dott. BELLAN Giorgio
    Dirigente veterinario Responsabile ssd Promozione Salute
    ASL TO4 -Regione Piemonte Direzione Integrata della Prevenzione
    gbellan@aslto4.piemonte.it
    Tel. : 011.8212358-011.8212314
    Dott.ssa PREVITI GIORGIA
    Logopedista
    ASL TO 4
    logopedia.gassino@aslto4.piemonte.it
    Amministrazione Locale
    Città di Ivrea
    In fase progettuale; In fase di realizzazione; In fase di valutazione;
    Amministrazione Locale
    ASL TO4
    Come promotore; In fase progettuale; In fase di realizzazione; In fase di valutazione;
    Associazione
    ASD Nordic Walking Andrate
    Università
    Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche dell'Università degli Studi di Torino - Canale di Ivrea
    In fase di realizzazione; In fase di valutazione;
    Tema di salute prevalenteDestinatari finaliDocumentazione allegata
    Sovrappeso e obesità / inattività e sedentarietà
    Comune
    10.001 - 50.000
    Sovracomunali (distretti, asl, consorzi socio-assistenziali, province, ecc.)
  • Locandina promozionale
  • Presentazione multimediale per l'inaugurazione del campus con la presenza della Direzione ASL e del Sindaco di Ivrea
  • Presentazione del nordic walking come attività fisica benefica per la salute nell'ambito del convegno "Dalle parole alle azioni", Ivrea 20-21 settembre 2013
  • Questionario sullo stato di salute proposto ai partecipanti prima dell'inizio dell'attività. Traduzione e adattamento del PAR-Q della Canadian Society for Exercise Physiology
  • Alcune immagini dell'attività svolta
  • Scheda Catalogo 2014 - progetti di promozione della salute ASL TO4
  • Poster, 10° annual meeting of HEPA Europe (European network for the promotion of health-enhancing physical activity)
  • Esempio di questionario finale di gradimento e di orientamento per lo sviluppo dell'attività
  • Documento progettuale
  • Assegnazione premio e motivazione
  • Graduatorie premio
  • Abstract
    Obiettivo generale
    La prevalenza di scarsi livelli di attività fisica e di sedentarietà è uno dei principali fattori di rischio per la salute, riconosciuti a livello mondiale. L'incremento dell'attività fisica per tutta la popolazione è quindi un obiettivo prioritario per la prevenzione. Nell'ambito della popolazione si individuano gruppi in cui l'inattività fisica incide maggiormente, per motivi socio economici, culturali o per la presenza di specifiche patologie. Il Piemonte ha aderito fin dal 2008 ai Progetti CCM del Programma "Azioni" e l'ASL TO4 ne ha curato la realizzazione a livello locale. Da ciò sono derivate opportunità di finanziare alcuni interventi e progetti sperimentali a livello locale.
    Nell'ASL TO4 è stato costituito e deliberato un apposito gruppo di lavoro multidisciplinare (Stili di vita; sottogruppo Alimentazione e attività fisica) che analizza ed affronta il tema dell'attività fisica, in cui sono presenti: medico dello sport, referente per la promozione della salute, epidemiologa, fisiatra, logopedista, nutrizionista ed altri operatori. Questo gruppo ha attivato varie iniziative, con finanziamenti di specifici progetti e/o con risorse proprie, coinvolgendo attori esterni come i Comuni, la UISP, Associazioni e Società sportive del territorio.
    L'obiettivo del presente progetto è di dare la possibilità a persone di ogni età, con particolare riguardo ai più sedentari ed ai portatori di patologie esercizio sensibili, di incrementare la propria attività fisica attraverso la pratica del nordic walking. Allo scopo verrà attivata un'apposita convenzione con una Associazione sportiva qualificata nella disciplina, che collaborerà con la Medicina Sportiva secondo un programma di attività concordato.
    Analisi di contesto
    I dati delle sorveglianze dimostrano che nell'ASL TO4 l'inattività fisica è presente in modo importante: il 40% delle persone pratica attività fisica a livello insufficiente e il 29% dichiara di essere sedentario.
    E' nota la difficoltà nel promuovere uno stile di vita salutare modificando le abitudini (Modello Transteoretico di Di Clemente e Prochaska); secondo la nostra esperienza è inoltre difficoltoso dare continuità alle azioni promozionali, che rischiano di esaurire la propria efficacia dopo la fase dimostrativa. Abbiamo identificato i fattori predisponenti, abilitanti e rinforzanti per l'attività fisica che più incidono sul nostro territorio (modello Precede-Proceed di Green e Kreuter, 1999). Gli orari per praticare le attività proposte devono essere compatibili con gli impegni lavorativi e/o familiari. Nelle popolazione più anziana vanno considerate le difficoltà di spostamento per raggiungere il luogo dove svolgere l'attività. Sussistono limitazioni culturali e/o resistenze legati ad abitudini consolidate negli anni. Il tipo di attività proposta deve essere semplice, ma al tempo stesso stimolante ed efficace. Il luogo della pratica deve essere percepito come piacevole e rilassante. E' importante il senso di appartenenza a un gruppo. E' importante motivare in primis gli operatori sanitari sull'importanza di praticare e di far praticare attività fisica.
    I responsabili del Corso di Laurea Infermieristica di Ivrea si sono dimostrati interessati a coinvolgere gli studenti in un progetto formativo sul tema. La SC RRF dell'ASL TO4, già coinvolta e sostenitrice dei corsi di attività fisica adattata, ha proposto la sua collaborazione per avviare ai corsi di nordic walking propri operatori e pazienti selezionati. Il Comune di Ivrea è stato disponibile a concedere in uso, un giorno alla settimana, il Parco della Polveriera. Una Associazione sportiva ha presentato una articolata proposta di attività di nordic walking, da svolgersi in tale sede.
    Metodi e strumenti
    L'attività fisica scelta, il nordic walking, è riconosciuta efficace, semplice e sicura dalla letteratura scientifica. Si pratica al Parco della Polveriera, in riva al lago San Michele a Ivrea, a cadenza settimanale, gratuitamente per 2 anni con prestito dell'attrezzatura e assistenza degli istruttori qualificati della Associazione sportiva. Grazie a fondi CCM, a carico degli iscritti vi è solo il tesseramento UISP di costo modesto.
    A ottobre 2012 l'iniziativa è stata divulgata a mezzo stampa, internet e con cerimonia inaugurale. Un'apposita modulistica serve per informazioni e raccolta dati. Al Campus del cammino (nostra denominazione dell'attività al Parco) l'Associazione sportiva gestisce e organizza gli istruttori sulla base di numero e tipologia dei partecipanti, che si presentano spontaneamente. E' possibile avere informazioni, effettuare l'iscrizione ed iniziare o proseguire i corsi: servono 3 lezioni per completare il corso di nordic walking. I frequentatori abituali sono riuniti in gruppi omogenei per condizioni fisiche e capacità e vengono guidati in brevi escursioni nei dintorni. I partecipanti sono incoraggiati ad adottare uno stile di vita più attivo, attraverso la pratica individuale del nordic walking anche al di fuori delle lezioni, camminando e/o intraprendendo altre attività motorie spontanee.
    L'ADOD, l'AISM ed altre Associazioni promuovono la frequenza del Campus tra i propri associati. Pazienti della SC Recupero e rieducazione funzionale vengono indirizzati al Campus dagli operatori del servizio (medici, fisioterapisti, logopedisti). Sulla base di un accordo appositamente sottoscritto, studenti del Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche partecipano al Campus nell'ambito di un progetto didattico, proposto dai docenti in collaborazione con l'ASL TO4 e l'Associazione sportiva. Vengono sperimentalmente somministrati questionari IPAQ a genitori di pazienti della logopedia di Gassino, per valutarne e stimolarne le abitudini motorie.
    Valutazione prevista/effettuata
    All'atto dell'iscrizione viene effettuata una rilevazione dati sui partecipanti (età, sesso, eventuale invio da Associazioni o Servizi); successivamente ne vengono registrate le partecipazioni, consentendo di catalogare numero e tipologia dei frequentatori.
    L'Associazione sportiva che gestisce il Campus effettua valutazioni dello stato di efficienza fisica dei partecipanti e la monitorizza nel tempo; raccoglie inoltre qualitativamente opinioni e suggerimenti dai partecipanti.
    La Medicina Sportiva elabora i dati raccolti e conduce a campione test di misurazione dell'attività fisica svolta.
    Il Corso di Laurea Infermieristica effettua valutazioni sugli studenti aderenti, nell'ambito del proprio programma didattico teorico-pratico.
    La Logopedia di Gassino valuta i questionari IPAQ somministrati ai genitori dei suoi piccoli pazienti.
    La valutazione finale condotta tramite questionari su un campione di 61 partecipanti, che prima di questa esperienza erano in prevalenza sedentari o poco attivi (67%), ha rilevato un gradimento molto alto sia per il tipo di attività scelta (93%), sia per l'organizzazione adottata (95%); essi si sono inoltre dichiarati in gran parte (82%) favorevoli a proseguire l'attività sostenendo una limitata spesa. Ciò permetterà di proseguire l'attività senza necessità di ulteriori finanziamenti esterni.
    Su richiesta dei Comuni di Rivarolo e Castellamonte, questo modello è stato riproposto localmente con un minimo contributo comunale ed il resto della spesa a carico dei partecipanti (circa 100 nelle due sedi). Una replicazione locale del progetto è stata chiesta anche da parte del Comune di Leinì ed è in corso di attivazione. La Direzione Generale dell'ASL ha inoltre stabilito di organizzare corsi di nordic walking per i propri dipendenti, con spesa parzialmente coperta da fondi del Dipartimento di Prevenzione, da attivare nel 2015.
    DoRS Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute - ottobre 2014